Tradizione gastronomica

ragusano1920x1080

La cucina ragusana è riconosciuta per i numerosi prodotti tipici fortemente ancorati alla tradizione agricola siciliana e ai numerosi allevamenti presenti sul territorio

Ragusa ha ottenuto il primato siciliano per i prodotti tipici agroalimentari d’eccellenza con la tutela dell’Unione europea e risulta tra i primi trenta comuni italiani per l’enogastronomia di qualità.

Patria di diversi prodotti tipici siciliani, la provincia di Ragusa ha dato origine ad alcuni dei 46 presidi Slow Food presenti in Sicilia: l’Asino ragusano, il Fagiolo cosaruciaru di Scicli e il Sesamo di Ispica.

La tradizione gastronomica ragusana è molto variegata e ricca di sapori dal dolce al salato, al piccante. Tra i prodotti tipici troviamo il miele e il caciocavallo o Ragusano DOP di latte vaccino. La provincia ospita anche i vigneti da cui è prodotto il Cerasuolo di Vittoria, l’Ambrato Comiso e l’Albanello.

La cucina ragusana racchiude tradizione e valori di una terra che preserva sapori, odori e colori da secoli: Impanate e Scaccie,  foglie di pasta di farina, farcite con spinaci o ricotta o broccoli o pomodori o melanzane, Affumicaparrini e Nucatoli, biscotti tipici preparati con un composto di fichi secchi, frutta candita, miele, mandorle, noci, cannella.

Fiore all’occhiello di questa provincia è il rinomatissimo ristorante “Duomo” premiato con due stelle, e classificato fra i primi dieci d’Italia secondo la guida Michelin. Un altro marchio d’eccellenza per i territorio è conferito dall’antica pasticceria Di Pasquale, riconosciuta da Gambero Rosso.

Comments are closed.